praticantato: ok dal padre?

Area dedicata ai praticanti e all'esame di stato per commercialista
Rispondi
Ospite
praticantato: ok dal padre?

Messaggio da Ospite » 09/11/2007, 1:21

salve, se uno ha il padre con uno studio commercialista, puo svolgere il praticantato nello studio e farsi firmare dal padre?

e ci sono controlli particolari?

mi spiego, non pensiate che voglio stare a casa a dormire invece di fare il praticantato..vorrei lavorare in una società di revisione, ma viste le ultime vicende-vedi forum revisori- è un'incognita se concedono o no questa possbilità, vorrei sia lavorare per la società sia fare l'esame da dottore commercialista invece che da revisiore, per tenermi aperta ogni porta ed eventualmente in futuro subentrare a mio padre.

nei giorni scorsi assistendo a una presentazione di una big four, il manager ha detto che da loro questa possibilità non c'è direttamente ( se non andando nel settore tax), ma ci sono molti ragazzi che al sabato mattina vanno in studio di commercialisti per imparare e proseguire quindi il tirocinio.

ho quindi pensato che avrei pututo farlo anch'io...anche se poi risultano 2 tirocini contemporanei..si puo??

mah non ci capisco piu nulla :(
GABBANI
Team
Team
Messaggi:1074
Iscritto il:04/09/2007, 11:33
Località:Pescia (PT)

Re: praticantato: ok dal padre?

Messaggio da GABBANI » 09/11/2007, 10:08

Penso che non sussistano particolari problemi.
Avatar utente
ely83
Team
Team
Messaggi:532
Iscritto il:18/11/2006, 16:54

Re: praticantato: ok dal padre?

Messaggio da ely83 » 09/11/2007, 21:56

anche secondo me.
detto tra noi non ci credo neanche se lo vedo che un revisore dopo aver lavorato 9/10 ore tutta la settimana il sabato mattina ha la forza di andare dal commercialista a imparare....
Ospite

Re: praticantato: ok dal padre?

Messaggio da Ospite » 10/11/2007, 1:34

si esattamente...ma non esistono dei controlli? avevo letto da qualche parte che potevano esserci..comunque se la cosa va cosi quasi quasi potrei iniziare dal prossimo semestre a lavorare da mio padre part-time, fare maturare il tirocinio mentre faccio la specialistica(ora sono al 3 di triennale), cosi arrivero con il tirocinio da commercialista gia quasi fatto alla laurea specialistica..una volta maturato il tirocinio quindi l'esame si puo anche fare per dire dopo 6 anni no?

poi magari avere gia lavorato in uno studio potrebbe essere un punto a mio favore per entrare in una delle big 4..che ne pensate?
Ospite

Re: praticantato: ok dal padre?

Messaggio da Ospite » 10/11/2007, 10:28

ma chiedere all'ordine no?
Avatar utente
ely83
Team
Team
Messaggi:532
Iscritto il:18/11/2006, 16:54

Re: praticantato: ok dal padre?

Messaggio da ely83 » 10/11/2007, 15:14

Ospite ha scritto:si esattamente...ma non esistono dei controlli? avevo letto da qualche parte che potevano esserci..comunque se la cosa va cosi quasi quasi potrei iniziare dal prossimo semestre a lavorare da mio padre part-time, fare maturare il tirocinio mentre faccio la specialistica(ora sono al 3 di triennale), cosi arrivero con il tirocinio da commercialista gia quasi fatto alla laurea specialistica..una volta maturato il tirocinio quindi l'esame si puo anche fare per dire dopo 6 anni no?

poi magari avere gia lavorato in uno studio potrebbe essere un punto a mio favore per entrare in una delle big 4..che ne pensate?

secondo me sì. io ho fatto così (anche se purtroppo non ho il papà commercialista....... )
Ospite

Re: praticantato: ok dal padre?

Messaggio da Ospite » 11/11/2007, 13:27

per ely83
non riesco a capire come tu possa lavorare in una società di revisione otto ore al giorno ed avere le firme di un commercialista, quando il praticantato è incompatibile con un lavoro a tempo pieno.
infatti il praticantato deve essere svolto almeno per 4 ore al giorno...
ma in che ordine sei iscritta?
quello che dici mi sembra poco chiaro e contario a tutte le norme di deontologia professionale
non mi sembra affatto corretto che chi effettivamente non svolga il praticantato costantemente, ma come tu dichiari un giorno alla settimana possa sostenere l'esame di stato.
Forse ho capito male, anzi spero di aver capito male, anche perchè sarebbe ancora più strano dichiararlo apertamente in un forum di cui sei addirittura il moderatore
Avatar utente
ely83
Team
Team
Messaggi:532
Iscritto il:18/11/2006, 16:54

Re: praticantato: ok dal padre?

Messaggio da ely83 » 11/11/2007, 14:56

infatti hai capito male ospite.
non è così (in realtà, ho già spiegato la mia situazione nella sezione dedicata alle società di revisione).
io ho svolto quasi 2 anni di praticantato da commercialista mentre facevo la specialistica, lavorando part time tutti i giorni (possibilità concessa dall'ordine).
ora lavoro in società di revisione. il mio praticantato è temporaneamente interrotto e sto aspettando che uno dei partner commercialisti della società presso cui lavoro mi prenda come praticante per permettermi di finire il praticantato e fare l'esame di stato da commercialista, anzichè ricominicare da capo i 3 anni come revisore. il praticantato si svolgerebbe ALL'INTERNO della società e non fuori, niente di illegale o di deontologicamente socrretto quindi :D


la risposta che hai male interpretato, ovvero quel "secondo me sì, io ho fatto così", era riferito al fatto di svolgere il praticantato prima di entrare in società di revisione, durante gli studi quindi.
Ospite

Re: praticantato: ok dal padre?

Messaggio da Ospite » 11/11/2007, 16:44

DAL FORUM DEI REVISORI CONTABILI
La domanda è: anche se il mio vecchio dominus accettasse di tenermi in maniera fittizia come praticante commercialista (in fondo siamo in buoni rapporti) avrei all'attivo un'iscrizione al registro praticanti commercialisti di oltre un anno e mezzo che prosegue (se tutto va bene), e una iscrizione da ora al registro praticanti revisori con come dominus quello che mi assegnano dalla società....
Potrei andare incontro a problemi con l'Ordine dottori commercialisti? fanno controlli?

Questo lo ritengo scorretto, soprattutto se scritto dalla moderatrice del forum, tale affermazione fa perdere di credibilità all'intero forum.
Avatar utente
ely83
Team
Team
Messaggi:532
Iscritto il:18/11/2006, 16:54

Re: praticantato: ok dal padre?

Messaggio da ely83 » 11/11/2007, 21:05

viewtopic.php?f=4&t=893

Leggi bene!
era tutto molto ipotetico:
ANCHE SE il mio vecchio dominus ACCETTASSE di tenermi in maniera fittizia come praticante commercialista (in fondo siamo in buoni rapporti) avrei all'attivo un'iscrizione al registro praticanti commercialisti di oltre un anno e mezzo che prosegue (se tutto va bene), e una iscrizione da ora al registro praticanti revisori con come dominus quello che mi assegnano dalla società....
Potrei andare incontro a problemi con l'Ordine dottori commercialisti? fanno controlli?
tutto si è risolto con un nulla di fatto e un praticantato interrotto. (e cmq la domanda si riferiva all'avere due dominus diversi, uno commercialista e uno revisore).
mi sembra di non avere null'altro da giustificare.

in ogni caso, non mi sembra il caso di scandalizzarsi: sappiamo tutti molto bene che per quanto ingiusto c'è un'altissima percentuale di praticanti che hanno un parente che gli firma il libretto pur senza mai aver messo il piede in uno studio. è questa la vera vergogna.

In tal caso, tanto di cappello al ragazzo che ha aperto questa discussione, che per lo meno ha davvero l'intenzione di farlo il praticantato lavorando mezza giornata nello studio del padre durante gli studi. e beato lui, mi vien da dire...
Ospite

Re: praticantato: ok dal padre?

Messaggio da Ospite » 11/11/2007, 22:54

ely83 ha scritto:viewtopic.php?f=4&t=893

Leggi bene!
era tutto molto ipotetico:
ANCHE SE il mio vecchio dominus ACCETTASSE di tenermi in maniera fittizia come praticante commercialista (in fondo siamo in buoni rapporti) avrei all'attivo un'iscrizione al registro praticanti commercialisti di oltre un anno e mezzo che prosegue (se tutto va bene), e una iscrizione da ora al registro praticanti revisori con come dominus quello che mi assegnano dalla società....
Potrei andare incontro a problemi con l'Ordine dottori commercialisti? fanno controlli?
tutto si è risolto con un nulla di fatto e un praticantato interrotto. (e cmq la domanda si riferiva all'avere due dominus diversi, uno commercialista e uno revisore).
mi sembra di non avere null'altro da giustificare.

in ogni caso, non mi sembra il caso di scandalizzarsi: sappiamo tutti molto bene che per quanto ingiusto c'è un'altissima percentuale di praticanti che hanno un parente che gli firma il libretto pur senza mai aver messo il piede in uno studio. è questa la vera vergogna.

In tal caso, tanto di cappello al ragazzo che ha aperto questa discussione, che per lo meno ha davvero l'intenzione di farlo il praticantato lavorando mezza giornata nello studio del padre durante gli studi. e beato lui, mi vien da dire...


grazie ely..devo ammetterlo, sono fortunato ad essere nella mia situazione, perchè credo che potrò fare entrambi i tirocini per poi capire davvero la mia strada..però mi spiace, per tanti che sono nella mia situazione e dovranno scegliere subito una strada o l'altra..comunque il tirocinio da mio padre lo faro sul serio..anche perchè gia da ora mi sta insegnando diverse cose, e gia il prossimo semestre visto che avro un orario migliore lavorero un paio di giorni da lui.

al fenomeno che ha scritto il post precedente... guarda che qua siamo tutti ragazzi che ci impegnamo, che studiamo e lavoriamo, la vergonga come ha detto eli è chi si fa mettere firme senza fare un tubo, ma se uno lavora 5 giorni alla settimana in societa di revisione e al sabato va a lavorare da un commercialista..beh per me che abbia o non abbia 20 ore deve avere le 2 firme e stop
Ospite

Re: praticantato: ok dal padre?

Messaggio da Ospite » 12/11/2007, 0:05

al fenomeno che ha scritto il post precedente... guarda che qua siamo tutti ragazzi che ci impegnamo, che studiamo e lavoriamo, la vergonga come ha detto eli è chi si fa mettere firme senza fare un tubo, ma se uno lavora 5 giorni alla settimana in societa di revisione e al sabato va a lavorare da un commercialista..beh per me che abbia o non abbia 20 ore deve avere le 2 firme ...

sbaglio o mi hai chiamato fenomeno
penso proprio che sia a tu a non sapere neanche di cosa stai parlando....se uno lavora cinque giorni in una società di revisione, non fa appunto la pratica da commercialista, che ha una durata di tre anni, quindi non vedo perchè debba avere la possibilità di abilitarsi.
Prima di offendere ragiona, conta fino a dieci (almeno) e vedi di dire cose sensate.

x Ely
Era tutto ipotetico....ho capito che evidentemente ti sei espressa male per ingenuità e probabilmente per la tua giovane età, in futuro stai più attenta, in bocca al lupo per tutto.
Avatar utente
ely83
Team
Team
Messaggi:532
Iscritto il:18/11/2006, 16:54

Re: praticantato: ok dal padre?

Messaggio da ely83 » 12/11/2007, 22:31

Ospite ha scritto: x Ely
Era tutto ipotetico....ho capito che evidentemente ti sei espressa male per ingenuità e probabilmente per la tua giovane età, in futuro stai più attenta, in bocca al lupo per tutto.
Grazie, crepi.
StudenteEconomia
Esperto
Esperto
Messaggi:210
Iscritto il:04/03/2007, 14:00
Località:Salerno

Re: praticantato: ok dal padre?

Messaggio da StudenteEconomia » 17/11/2007, 16:08

Bella discussione......cmq pensando che chi si abilita adesso come dott. commercialista puo chiedere anche l'abilitazione come revisore pur senza essersi iscritto con una sorta di richiesta retroattiva, mi fa pensare che so leggi ad essere strane..........in fondo se ste persone volevano fare i revisori si sarebbero iscritte durante il tirocinio......vabbe,,,,intanto noi giovani facciamo il tirocinio, ci abilitiamo e poi magari cercheremo di fare qualkosa perche l'accesso alla professioni diventi una cosa seria, meritocratica e certa...............non una serie di cose aleatorie dove la sola unica cosa certa sono le lobby....
Un politico pensa alle prossime elezioni, un uomo di stato alle prossime generazioni.
BIANCARDIPIERO
Matricola
Matricola
Messaggi:1
Iscritto il:21/10/2021, 9:37

Re: praticantato: ok dal padre?

Messaggio da BIANCARDIPIERO » 21/10/2021, 10:04

buongiorno
Il DM 07 agosto 2009, n° 143, che regola le modalità di svolgimento del tirocinio professionale per l'ammissione all'esame di abilitazione all'esercizio della libera professione, impone al punto 2. dell'art.1 che il tirocinio professionale avvenga con assiduità, diligenza, riservatezza.... e che per assiduità si debba intendere la frequenza continua nello studio professionale e a tal proposito indica anche le ore minime settimanali di frequenza in almeno 20 ore settimanali.
Pertanto, stante che il sabato è un giorno della settimana e che è inverosimile che l'orario di lavoro sia di 20 ore, è impossibile dimostrare il requisito della frequenza assidua e continua.
Ricade sul titolare dello studio professionale la certificazione della frequenza assidua e continua, ed inoltre il titolare deve essere a sua volta iscritto all'Ordine da almeno 5 anni ed in regola con i crediti formativi minimi previsti, pena l'impossibilità di certificare il buon esito del tirocinio.
Buon lavoro a tutti
Piero Biancardi
Rispondi